Consiglio comunale del 16 novembre: i saluti di Luigi Stocchiero e la presentazione di Rabeah

Luigi Stocchiero

Ringrazio il sindaco Catagini e il segretario dott.ssa Carraro per l’opportunità che mi è data di salutare il consiglio nel suo insieme. Mi permetto di dire due parole sui tremendi avvenimenti parigini sottolineando che il nostro pensiero va alle vittime del terrorismo di venerdì notte e a tutte le vittime delle varie guerre che esistono in giro per il mondo. In particolare riteniamo che solo attraverso una reale integrazione si possa raggiungere una convivenza pacifica e solidale. L’entrata in consiglio di Rabeah che vivremo stasera, rappresenta un passo concreto in questa direzione.

Detto questo vorrei fare solo 3 considerazioni:
La prima:
Ritengo un onore aver rappresentato dei cittadini in quest’aula. Il piccolo parlamento di Altavilla Vicentina, il consiglio comunale rappresenta l’istituzione più vicina ai cittadini, il luogo del confronto fra idee diverse su come raggiungere il bene comune. Uno spazio di ascolto,  di proposte e di rispetto democratico, ogni votazione è un’espressione della libertà di cui godiamo.  In questi anni ho ascoltato molto, ho cercato di capire le ragioni degli altri e ho, insieme al mio gruppo, sempre lavorato per dare il mio contributo costruttivo. Mantenere un atteggiamento attento e rispettoso verso gli altri è lo stile attraverso il quale poter interagire e costruire relazioni utili al processo democratico. Ritengo necessario, per chi ricopre questo ruolo, avere grande rispetto verso tutte le istituzioni democratiche a partire dal consiglio comunale, attraverso la provincia, la regione il governo, lo stato nazionale fino all’Europa, utopia ancora in faticosa costruzione.
La seconda cosa che voglio sottolineare sono i rapporti umani costruiti con voi tutti. Pur nella diversità di vedute e prospettive politiche ho avuto la possibilità di conoscere e di confrontarmi con voi nel comune tentativo di migliorare il nostro paese. E’ stato un percorso arricchente e di cui farò tesoro nei prossimi anni. Ci tengo poi a ringraziare i dipendenti comunali, con me sempre gentili e disponibili. Esistono in comune competenze e professionalità da preservare e valorizzare anche in futuro. La terza ed ultima cosa che mi sento di dire è che lascio un gruppo consigliare giovane, a maggioranza femminile, molto motivato. Ho lavorato benissimo e in assoluta sintonia con Luca Fabris, che ringrazio, per cinque anni e con identico entusiasmo e condivisione in questa secondo periodo con Giulia Tirapelle e Francesco Albera. Lavorerò a fianco dei tre consiglieri di Vince Altavilla accompagnandoli con il mio contributo e il mio sostegno finché lo riterranno utile. La presenza di un gruppo consiliare civico e completamente indipendente da dinamiche partitiche credo possa rappresentare una ricchezza per tutti. Rivolgo poi un invito particolare ai consiglieri di lunga data affinché diano sempre spazio e voce ai c onsiglieri più giovani presenti in consiglio: ascoltate e fate tesoro delle loro considerazioni e proposte perché rappresentano il futuro di Altavilla Vicentina. Nel ringraziarvi auguro a tutti di lavorare con serenità e concretezza per il bene di tutti i cittadini e del nostro amato paese.
Grazie e buon lavoro.

Rabeah

Mi chiamo Alhaj Yhia Rabeah, sono cittadina italiana di origine siriana, abito ad Altavilla da 20 anni e sono sposata con 3 figli. Lavoro come operatrice socio sanitaria presso la residenza Papa Luciani di Altavilla Vicentina da quasi 16 anni e occasionalmente svolgo l’attività di mediatrice culturale nel territorio vicentino.
Sono felice stasera di essere qui nel Consiglio Comunale del mio paese Altavilla.
Un grazie alla “Lista Civica Vince Altavilla” per avermi dato la possibilità di poter contribuire all’attività di questa Istituzione e di poter vivere direttamente tale esperienza democratica di servizio. Sento il dovere morale di ringraziare il consigliere Stocchiero Gigi per la sua generosità nel concedermi la possibilità di vivere questa esperienza che sarà utile alla mia crescita personale e politica.
Ringrazio poi quei cittadini di Altavilla che mi hanno votata e hanno creduto in me. Assicuro anche gli altri cittadini che lavorerò nel rispetto degli interessi di tutta la comunità di Altavilla, mettendo il massimo impegno e svolgendo il mio compito con dedizione, costanza e umiltà.
Chiedo a voi colleghi consiglieri di essere comprensivi nei miei confronti se a volte non userò un italiano coretto.
Concludo dicendo che sono convinta che insieme, ascoltando l’opinione di tutti potremo fare un buon lavoro. Tengo a ribadire la mia condanna dell’atto terroristico di venerdi a Parigi, e delle forme di violenza in tutto il mondo.
Sono quindi pronta a servire il mio paese insieme a voi. Grazie Sindaco Catagini, grazie colleghi consiglieri e buon lavoro a tutti.

Lascia un commento